Home Agenda bilancio

bilancio

E-mail Stampa PDF

 

IL BILANCIO COMUNALE

2011


i tagli, i minori trasferimenti, i servizi

 

il PD ne parla con le associazioni e i cittadini

 

 

lunedì 7 marzo 2011

ore 21:00

incontro con le Associazioni di Volontariato

 

giovedì 10 marzo 2011

ore 18:00

incontro con le Associazioni Sportive

 

venerdì 11 marzo 2011

ore 18:00

incontro con le Associazioni Culturali

 

 

martedì 22 marzo 2011

ore 21:00

INCONTRO PUBBLICO

 

Due incontri pubblici promossi dal Pd, per discutere con gli amministratori locali sul bilancio di previsione del comune di Torrita di Siena, si sono tenuti giovedì 10 marzo e venerdì 11 marzo alle ore 18, nella sede del Pd in via Toscana. Al primo incontro sono state invitate le associazioni sportive, mentre all’iniziativa di venerdì hanno partecipato le associazioni culturali e del volontariato. Il ciclo di incontri, che ha per titolo “Taglieggiati dal Governo. Tutto quello che l'attuale maggioranza non ha fatto per gli italiani”, culminerà in un’iniziativa pubblica che si terrà martedì 22 marzo alle ore 21.30. Saranno presenti il sindaco di Torrita, Giordano Santoni; Mauro Chechi, assessore comunale al bilancio; Elisa Meloni, segretario provinciale del Pd; e Antonio Loia, sindaco di Murlo e responsabile enti locali del Pd senese.

Come Pd di Torrita – spiega il segretario democratico Natascia Volpi – abbiamo deciso di avviare un percorso di incontri rivolto alle associazioni che operano sul territorio e a tutti i cittadini, per capire cosa ci aspetta in concreto nei prossimi anni a causa dei tagli del Governo agli enti locali. Tagli che avranno conseguenze anche per i cittadini di Torrita, per cui è bene affrontare sin da ora la questione per arrivare poi a scelte che siano il più possibile condivise e partecipate. Ad oggi le casse del Comune sono in buono stato, ma è necessario riflettere con lungimiranza sulle risorse a disposizione per non arrivare, tra uno o due anni, a dover prendere decisioni drastiche e non opportunamente meditate. La situazione non è delle migliori: il Governo è ormai da mesi allo sbando più completo e non affronta i problemi degli italiani: la crisi, la disoccupazione, il disagio delle famiglie. Anzi se possibile contribuisce ad incrementarli. Gli effetti della manovra triennale varata nel luglio scorso cominciano a farsi sentire, ad esempio nel trasporto pubblico. Il Governo aveva promesso che la correzione dei conti pubblici non avrebbe toccato le tasche degli italiani, ma si trattava di una bugia, come oggi tutti possono facilmente constatare. L’esecutivo ha pensato bene di scaricare su regioni ed enti locali tutto il peso della manovra. A pagare sono e saranno ovviamente i cittadini – conclude Volpi – con minori servizi sul territorio e tariffe più alte”.

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Marzo 2011 21:07